17 maggio 2006

Quanto tempo hai ?

di John Kaminski

Aspetti di essere ucciso o vuoi identificare i veri perpetratori?
Come parli al tuo vicino mentre sta uccidendo qualcuno?
E se tutti i tuoi vicini lo stanno facendo, allora che fai? Cominci ad uccidere anche tu?
Poi ci sono le vere vittime, i parenti dei corpi mutilati improvvisamente che ora liquidi tanto loquacemente come facili razionalizzazioni geopolitiche, cosa dici esattamente a queste persone?
Ricordate le parole di Madeleine Albright: “Riteniamo che valesse la pena di pagare questo prezzo.” [riferito ai più di 500.000 bambini iracheni morti a causa dell’embargo USA, ndt.]
Come parli ad una nazione dove la metà della popolazione non sa leggere?
Vogliono ucciderti per quello che hai fatto, lo sai. Puoi biasimarli? Statunitensi che hanno ucciso persone innocenti dalla pelle nera per mezzo di strani videogiochi dentro apparecchi ad alta tecnologia… il prodotto della guerra in Iraq è una ricerca viscerale di vendetta che trascina il mondo intero a punire gli USA nella stessa sadica maniera in cui questo falso Paese della Libertà e Casa dei Prodi ha punito il mondo, per riversare contro di loro le stesse tecniche di tortura che gli Stati Uniti e i loro padroni, Regno Unito e Israele, sfoggiano in giro per il mondo come squallidi semi del diavolo stesso.
L’Iraq sanguina da una ferita fatale e molto presto, ci dicono le sentinelle cibernetiche, la nazione dell’Iran, uno dei più antichi paesi del pianeta, subirà lo stesso straziante destino.
Posso chiedere per cosa?
Il mostro sionista, tre nazioni fuse insieme in una macchina capitalista del terrore, governate dalle stesse persone che hanno gestito l’apparato assassino nell’Unione Sovietica, insieme ai traditori che hanno creato la Germania nazista. Tutto ciò è stato incollato insieme in un epòssido del male, ricatti, corruzione e omicidi coordinati dallo stato di Israele. Mentre parliamo, si diffonde come un cancro per il mondo e macchia l’umanità con le sue false giustificazioni assassine e senza scrupoli.
Giustificazioni per uccisioni e ruberie infinite.
Il mostro sionista include tutti coloro che si definiscono ebrei, perché non c’è differenza tra sionismo ed ebraismo [vedi nota]. Ogni cosa di cui si accusa il sionismo è giustificata dal Talmud.
L’ebraismo è solo la religione degli ebrei, tuttavia controlla il mondo, il che non dice molto sull’indole del resto del mondo, o, in quanto a ciò, sul potere delle sue religioni, perché sono state tutte completamente sovvertite dalle concessioni all’avidità umana che hanno obliterato l’integrità di ogni altro credo e hanno eliminato qualsiasi posto veramente sicuro dove vivere in questo depravato patto col diavolo.
La mostruosa macchina omicida che è stata l’Unione Sovietica era un impresa ebraica, inizialmente finanziata da New York e Londra. Le provocazioni per la prima e la seconda guerra mondiale furono interamente ebraiche, guerre per finanziare il nuovo sistema della Riserva Federale, un inganno che è continuato da allora, guerra dopo guerra, fino a questo triste giorno.
Dal Kalachakra indú a Benjamin Franklin e Mark Twain, siamo stati adeguatamente avvisati. Ma il potere del denaro e dei media sono opprimenti, e, quando combinati con i farmaci, l’alimentazione, l’educazione, la medicina e la letteratura, che cospirano tutti per renderci dei robot alienati, una persona qualsiasi non ha molte possibilità per combattere le forze della schiavitù programmata che si schierano contro di lei.
Identificare i perpetratori è sempre il passo cruciale. Capire esattamente chi sta facendo che cosa a chi.
Per quanto tempo ti aggrapperai alla scusa che è il sistema che è cosí, che devo essere fedele al mio paese e alla mia causa? Per quanto tempo ancora insisterai che non sei responsabile per gli psicopatici dirigenti bancari che calpestano false leggi e derubano e uccidono chiunque scelgano?
O entrerai tranquillamente a passo di valzer nell’amorfo bianco rumore della tua schiavitù?
Quando arriverai all’inevitabile conclusione che è proprio il tuo modo di pensare che ha creato tutta questa carneficina, immagini di paura che hanno reso la nostra vita sociale e collettiva una nauseante ombra marrone e nera? E rossa, per il sangue innocente versato come un liberatore in ogni famiglia. Come hai fatto a diventare un tale codardo frignone, che ha tanta paura di perdere l’oro accumulato da non voler vedere i crimini per i quali accetti di essere responsabile - i palestinesi sanguinanti stesi nel sudiciume di Gaza, e i rossi gusci fracassati dei crani dei bambini a Baghdad.
Quando nella nostra codardia abbiamo fatto questa scelta, abbiamo confiscato il futuro della specie umana per una manciata di insignificanti monete. E ora ne stiamo pagando il prezzo con i nostri bambini, anche se la maggior parte di noi è troppo drogata o troppo ottusa per rendersene conto.
Nega se vuoi, ma questo è ciò che è diventato il nostro mondo. Sai sparare? Ti sarà utile?
Riesci ad immaginarti come deve essere dover usare un’arma ogni giorno semplicemente per sopravvivere? Questo scenario si realizzerà in America prima di quanto ti possa immaginare. Anche se per quel giorno (forse domani), saranno tutti cosí drogati dal veleno che comprano nei supermercati (canta con me - AS-PAR-TAME!) e mentalmente stravolti dalla istupidente programmazione subliminale televisiva, che a quel punto non ci sarà una rivoluzione, solo un lento movimento sonnambulo come in un sogno grigio uscito dal Talmud nei campi di sterminio neocon che persone perbene a… , hai indovinato! – Halliburton stanno costruendo.
Se ancora non sai chi o che cosa sia Halliburton, allora dovresti redigere al meglio il tuo testamento, e prepararti a morire in modo violento nei prossimi mesi.
Mi ricordo che quando ero un ragazzino terribile leggevo dozzine di romanzi sui disastri. E mi ricordo che mi stupiva la narrazione calma e non sospetta che precedeva di poco qualche tragedia colossale. È sempre imperscrutabile quando si contempla quello che lo scrittore non sapeva prima, come una cometa che dal subconscio umano viene per distruggere la specie.
È molto triste da dire (e vado avanti scusandomi anticipatamente), ma un comune argomento di conversazione dal terapista locale in questi giorni è immaginare come ognuno di voi che leggete questa storia morirà nei prossimi mesi.
In cima alla lista ora c’è un attacco nucleare sull’Iran che porta ad una rappresaglia o alla distruzione degli Stati Uniti (un processo di decadenza avanzata che sta già procedendo perfettamente sul piano finanziario e legale), o un qualche imprevista conseguenza tettonica o atmosferica che ucciderà miliardi di persone.
Ma forse fa ancora più paura la spaventosa lista di scenari di morte alternativi che ci stanno dietro.
Nello scenario no. 2 probabilmente si viene buttati in un campo di concentramento Halliburton per aver indossato una maglietta anti-Bush e si viene torturati a morte da ragazzini del Connecticut sotto Prozac e nei marines, appena tornati dopo aver svolto il loro compito ad Abu Ghraib.

Ecco altri scenari
• Il tuo chemioterapista aumenta la dose e muori.
• Qualche sbirro decide che non gli piace l’untuosità dei tuoi capelli, e siccome sa che la passa liscia, t’ammazza.
• Sei stato nell’esercito, ti sei preso le radiazioni in Iraq, e ora hai infettato tua moglie e i tuoi figli.
• Quando torni dall’Iraq, ti rendi conto di cosa hai fatto a donne e bambini innocenti in nome di niente, e ti spari.

Ci sono appena quattro probabilità a caso nel tuo immediato futuro, in questo mondo di sanguinanti sciocchezze che ti sei creato.
La maggior parte di noi sparirà dall’universo molto presto, senza neanche sapere chi ha creato molte di queste situazioni che ci causano dolore e sofferenza inutili, che hanno ucciso tante persone inutilmente.
E noi che finalmente abbiamo capito dobbiamo vivere per sempre con la colpa che sapevamo quello che vedevamo, ma non siamo stati capaci di impedirlo.

John Kaminski è uno scrittore che vive in Florida.

Fonte: http://www.johnkaminski.com/
Link: http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=4183
18.02.2006

Nota della redazione (di The Truth Seeker)

La redazione di questo sito non concorda completamente con l'affermazione che "non c’è differenza tra sionismo ed ebraismo" e ritiene necessario farlo presente.
È vero che i sionisti hanno rubato e si sono appropriati dell'identità ebraica per i loro propri fini, però questo non significa che "tutti coloro che si definiscono ebrei" e si identificano nella fede ebraica facciano parte di questo orrore.
Alcuni sono semplicemente ingenui, afferrati dalla macchina di propaganda sionista. Altri invece non si sono presi la briga di vedere le cose da un altro punto di vista. Mentre altri, come il coraggioso Israel Shamir, [e, per es. Gilad Atzmon, ndt.] non si risparmiano nel parlare contro le menzogne e l’inganno sionisti. Per cui dovremmo guardarci dai giudizi assoluti tipo “tutti gli ebrei sono…”, se no cadiamo nella stessa trappola nella quale sono caduti i nazisti. Infatti è proprio questa l’essenza del razzismo, dare giudizi assoluti senza guardare agli individui finendo per fare il gioco dei sionisti e dei loro alleati.

FONTE: COMEDONCHISCIOTTE